domenica 10 ottobre 2010

PANETTONE GASTRONOMICO

Ormai la mia ricetta ufficiale, la ricetta di Giallozafferano.



Ingredienti per il panettone
• Farina "00" 250 gr
• Farina manitoba 250 gr
• Latte 240 gr
• Lievito di birra disidratato istantaneo 1 bustina
• Olio extravergine d'oliva 100 gr
• Sale 15 gr
• Uova 3 tuorli
• Zucchero 40 gr

Procedimento:

Mettete la farina in una bacinella capiente, e al centro gli ingredienti (sciogliendo lo zucchero nel latte tiepido) compreso il sale che dovrete però sciogliere preventivamente in due cucchiai di acqua tiepida.
A questo punto potete unire anche il lievito ed impastare il tutto per un buon quarto d’ora, fino a che si ottenga un impasto di consistenza liscia.
Coprite l’impasto con un canovaccio e lasciate lievitare per almeno un ora in un luogo tiepido e privo di correnti d’aria; poi prendete l'impasto lievitato, lavoratelo di nuovo su di una spianatoia e mettetelo in uno stampo da panettone imburrato e infarinato del diametro di 20 cm e alto almeno 15 cm.
Fatelo lievitare di nuovo per almeno un ora (l’impasto deve raddoppiare di volume) e poi infornatelo a 180° per almeno 45 minuti. Se vi accorgete che la calotta del panettone imbrunisce troppo, copritela con un foglio di carta stagnola fino a cottura avvenuta (ma non aprite il forno nei primi 30 minuti di cottura).
Se volete usare l’impastatrice, lavorare tutti gli ingredienti nella macchina e lasciate lievitare la pasta fino a farne raddoppiare il volume, poi prendetela, pnetela su di una spianatoia, impastatela di nuovo e ponetela nello stampo da panettone imburrato e infarinato, e procedete come sopra.
Quando sfornerete il panettone dovrete farlo raffreddare per bene e poi avvolgerlo nella pellicola trasparente aspettando l’indomani per tagliarlo.
Procedete poi tagliando il panettone in orizzontale a fette (dalle 9 alle 15 fette compresa la calotta), che dovrete farcire a mo’ di sandwich: prendete un disco di pane, spalmatelo di farcitura e copritelo con un altro disco, e poi tagliate il "sandwich" ottenuto in sei spicchi uguali, e così via fino all’esaurirsi degli strati, sovrapponendo ogni strato farcito e tagliato, fino alla calotta (che dovrà rimanere intera), che chiuderà il tutto.
Sulla calotta potete inventarvi una qualsiasi guarnizione, generalmente, si usano delle roselline di prosciutto appuntate con degli stuzzicadenti guarniti con delle olive o sott’aceti alle sommità.

2 commenti:

  1. Ciao Gessica!
    Che bel buffet!! E che bel panettone gastronomico, perfetto direi!!
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  2. Mi sembrava difficilissimo da fare...ma dalla tua spiegazione sembra fattibile....magari nel periodo natalizio ci proverò...un bacio...stefy

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento!!

A presto!

Online da
giorni!
Preleva

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTA GIORNALISTICA, IN QUANTO NON VIENE AGGIORNATO CON PERIODICITA', NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001.

TESTI E IMMAGINI PUBBLICATI IN QUESTO BLOG SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTORE GESSICA BEARS E SONO PROTETTI DA LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE N° 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE.

NON AUTORIZZO LA PUBBLICAZIONE DELLE IMMAGINI IN NESSUN SPAZIO DEL WEB, NON AUTORIZZO LA PUBBLICAZIONE DELLE RICETTE IN NESSUN SPAZIO DELLA RETE SENZA IL LINK AL BLOG E/O ALLA RICETTA ORIGINALE.

Copyright© all rights reserved

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

ON LINE DAL 24 FEBBRAIO 2010

ON LINE DAL 24 FEBBRAIO 2010